Jean Paul Gaultier

Autunno-Inverno 2012/13 – Perennemente avulso alle tacite regole della passerella, lo spettacolo di JPG è iniziato con un’ora di ritardo e, una volta partito, è stato teatro puro, con abiti distanti miglia dalla favola e dai lustrini dei risaputi abiti di alta moda. Primo capo, una donna in smoking nero e cilindro; si prosegue con uno smoking trasformato in tuta, con un cappello in rete in coordinato. L’atmosfera era piuttosto gotica; rossetto rosso, ombretto scuro e le modelle con portamento attinente all’atmosfera. Gli smoking riadattati erano composti da tessuti di pelle, maniche di chiffon, fronte ultra-corto e lunghe code. Il velo sovrabbondava, presente su tute sportive e gonne fino a spingersi a un tocco provocante, con interi drappi di tessuto tagliati e sostituiti con chiffon trasparente. Non sorprende che il nero fosse il colore dominante, con tocchi di dorato su cappotti con strascico e pantaloni che sfioravano il pavimento. L’ultimo capo, uno stravagante abito da sera, incarnava la Lussuria: chiffon, pelliccia, fiocchi e profusione di ingenuità.

Zoe Garton

Scritto da Zoe Garton

Zoe Garton was one of the first contributors to the Catwalk Yourself project. She has a fervour for fashion and graduated with a BA (Hons) in History at University College London. Zoe is responsible for our Ready-to-Wear and Haute Couture sections.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>