Alexander McQueen

Autunno-Inverno 2010/11 – L’ultimo show dell’abbigliamento maschile di McQueen prima della sua morte ha mostrato stampe e trame eguagliate solo dalla natura. Ha intonato i tessuti con la tappezzeria che ha scelto per ricoprire la sua passerella, i suoi modelli possedevano un look quasi sinistro e la musica country mi ricordava di zotici coloniali. Le stampe e i colori erano simili più a un vecchio cocktail bar degli anni settanta con marroncini e gialli bruciato. Lo show si è sviluppato in neri, grigi e bianchi, mantenendo l’atmosfera sadistica ma portandola verso il più dark, verso impermeabili e PVC, cappotti a due strati con strati separati per ogni trama, maschere che mostrano solo gli occhi dei modelli e guanti, dando l’impressione che tutti i vestiti sono una copertura. È stato meno teatrale del solito, ma mantenendosi in linea con l’oscurità McQueen.

Jemma De Blanche

Scritto da Jemma De Blanche

Jemma De Blanche is a fashion and lifestyle journalist with a background in marketing and copy-writing, is in awe of all things creative and loves getting lost in a good book, a beautiful picture or the creativity of new collection. Jemma handles the Fashion in Film pages and the Men's catwalk reviews.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>