Yohji Yamamoto

Primavera-Estate 2013 – È facile comprendere come Yohji Yamamoto abbia uno straordinario seguito. Le sue collezioni sono trendy, indossabili e leggere alla vista. Anche questa volta il principio era lo stesso, bastava osservare le creste biondo ossigenato per averne la conferma e, in aggiunta, la collaborazione di capi che avevano un aspetto incompiuto, quasi greggi e che sembravano essere alla rovescia. Tutto era nei toni del sabbia e indossato con scarpe comode. Quest’estetica incompiuta era trasversale alle collezione, con cardigan a maglia color carbone e aderenti pantaloni rifiniti indossati con poco altro. L’aspetto funzionale ci ha raggiunto in seguito, con le tute da aviatore, gli abbondanti calzoncini e le giacche, color cachi e indossate con berretto e occhiali da pilota primo Novecento. In assoluto contrasto erano i capi più leggeri e delicati, come la giacca celeste indossata con la bianca gonna irregolare. Con lampi di ampi abiti rossi e di gonne rosa in chiffon, è stato un elogio al soqquadro, con una moltitudine di stili e di look.

Zoe Garton

Scritto da Zoe Garton

Zoe Garton was one of the first contributors to the Catwalk Yourself project. She has a fervour for fashion and graduated with a BA (Hons) in History at University College London. Zoe is responsible for our Ready-to-Wear and Haute Couture sections.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>