Prada

Primavera-Estate 2013 – Bisogna essere sinceri, buona parte del pubblico aspetta una particolare collezione più di qualunque altra: quella di Prada. Puoi sempre fidarti di Miuccia, che rende ogni capo un sicuro trend apponendovi il suo timbro autorevole. Lo show risultava alquanto New Wave, attaccando una sottocultura che predilige forme squadrate e capelli scalati, per non menzionare la passione per il bianco-e-nero. Il segno distintivo consisteva in un unico fiore bianco dipinto a spray con la tecnica dello stencil, insieme a blocchi di zeppe annodati a fiocco con un nastro bianco; uno stile da Geisha, conforme alla generale influenza giapponese. Giacche squadrate e rigide gonne a pieghe sono l’embrione di ciò che si trasformerà in complicati abiti avvolgenti e a tunica. Incredibilmente drammatico il cappotto verde scuro, effigiato con quei bordi dritti presenti lungo l’intera collezione. Più elettrizzante, ai miei occhi, il cappotto nero tempestato di fiori bianchi applicati. Il look risultava pungente e spigoloso, a garantire la persistenza del culto di Prada.

Zoe Garton

Scritto da Zoe Garton

Zoe Garton was one of the first contributors to the Catwalk Yourself project. She has a fervour for fashion and graduated with a BA (Hons) in History at University College London. Zoe is responsible for our Ready-to-Wear and Haute Couture sections.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>