Paul Smith

Primavera-Estate 2013 – Paul Smith aveva l’acquirente ben saldo in mente quando ha creato questa collezione, così funzionale e, come lui stesso l’ha definita, “facile da indossare”. Dimostrando che la moda non è a prova di recessione, lo stilita prova a combatterla a modo suo, con uno spettacolo autoreferenziale: “ottimista” e, in quanto tale, incisivo. I coordinati erano essenziali al suo piano di attacco alla crisi, in modo da permettere a ogni camicia, gonna o pantalone di essere acquistato separatamente, per abbinarlo a un guardaroba preesistente. Smith ha giocato con i volumi, creando abiti-paracadute in tinta unita con stampe a quadri o a strisce; fluttuanti gonne con lo spacco; pantaloni a gamba larga nonché bluse e maglie con scollo a V in cotone Sea Island. Nonostante mancasse la famosa sartoria, le camicette in stringhe di cotone indossate con neri e luminosi pantaloncini su misura, hanno creato il look perfetto da lavoratore estivo. In generale, i modelli semplici, tipo gli accostamenti pantalone-camicia, risultano piuttosto vendibili, luminosi ed eleganti.

Zoe Garton

Scritto da Zoe Garton

Zoe Garton was one of the first contributors to the Catwalk Yourself project. She has a fervour for fashion and graduated with a BA (Hons) in History at University College London. Zoe is responsible for our Ready-to-Wear and Haute Couture sections.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>