Fendi

Primavera-Estate 2013 – In forte contrasto con la collezione vintage di Bottega Veneta, Fendi guarda al futuro e lo fa con uno spettacolo contemporaneo composto da forme squadrate, con un accento postmoderno. Per raggiungere lo scopo, sono stati usati tessuti prodotti da pelliccia e piume, a creare un’estetica sintetica. Squadrate borse a secchiello e tacchi sagomati con ondulati inserti a strisce, contribuiscono a modulare il tono modernista. La silhouette, stretta in vita, proponeva vari strati di diverse lunghezze date da giacche, gonne e abiti rivestiti. Il miscuglio di strisce e squadrati blocchi di colore, insieme alla costituzione stessa degli abiti, risultava alquanto architettonico. I maxicappotti, caratterizzati da maniche a campana e da indossare con pantaloncini di pelle e bomber con rilievo a nido d’ape, s’adattavano bene come lievi variazioni all’imperante Cubismo. I capi finali ritraevano un’incursione di abiti tempestati di scintillanti paillettes, splendidi nella loro ricerca di un tono futuristico.

Zoe Garton

Scritto da Zoe Garton

Zoe Garton was one of the first contributors to the Catwalk Yourself project. She has a fervour for fashion and graduated with a BA (Hons) in History at University College London. Zoe is responsible for our Ready-to-Wear and Haute Couture sections.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>