Vivienne Westwood

Primavera-Estate 2012 – Un make up esagerato, capelli scolpiti, e collane con sfere esagerate potrebbero significare solo una cosa che era lo show Red Label di Vivienne Westwood. La Westwood era ribelle come sempre, offrendo i suoi motivi scozzesi su gonne, pantaloni e giacche in quel squallido, modo punk che noi conosciamo meglio. La sua sartoria abile assicura top drappeggiati, gli abiti ostentavano colletti cappuccio, e i pantaloni si allentano intorno al cavallo; una forma che è carismatica alla sua collezione maschile. La mascolinità non è durata a lungo. A causa degli orli asimmetrici che hanno mostrato un pezzo di coscia, legati alla vita con un fiocco o una cintura e uniti  scollature vertiginose o a graziose camicette bianche. Abiti alla greca alla lunghezza del ginocchio, pantaloni neri a sigaretta di raso e  gli abiti da sera di tulle e abiti d’oro con una lamina simil-metallica finivano il senso della moltitudine di tessuti e stratificazione usati. Vivienne Westwood era controversa e unica come sempre.

Zoe Garton

Scritto da Zoe Garton

Zoe Garton was one of the first contributors to the Catwalk Yourself project. She has a fervour for fashion and graduated with a BA (Hons) in History at University College London. Zoe is responsible for our Ready-to-Wear and Haute Couture sections.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>