Chanel

Autunno-Inverno 2012/13 – L’ametista e gli stalattiti di cristallo che creavano la passerella mostravano lo spettro per quello che doveva onorarci con una presenza abbagliante, e abbagliando, c’erano completi di tweed scintillanti che comprendevano giacche pesanti, gonne lunghe fino al ginocchio e pantaloni di sotto; il nuovo tre-pezzi. Sopracciglia scintillanti e impreziosite, massicci gioielli di gemme (di istigazione futuristica)e la silhouette larga- aiutata da una profonda stratificazione- significava che c’erano trench dalle spalle larghe e maglioni flosci. Il tre-pezzi era la premessa per l’accumulo di abiti in verde, viola, rosso, nero e bianco. Cappotti oversize scendevano fino alla caviglia e le stampe contrastanti erano in abbondanza. C’erano spalle scolpite e zaini con tweed minuscolo davanti a un’ondata di abiti ondosi e sottili, poi quelli più tradizionali con spalle ornate e dopo, polsini ingioiellati in maniera stravagante. Sulla vetta di un’innovazione estrema è arrivato il pizzo, numeri piumati e metallici che riassumevano perfettamente la controversia tra creatività e genio di Lagerfeld.

Zoe Garton

Scritto da Zoe Garton

Zoe Garton was one of the first contributors to the Catwalk Yourself project. She has a fervour for fashion and graduated with a BA (Hons) in History at University College London. Zoe is responsible for our Ready-to-Wear and Haute Couture sections.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>