Givenchy

Primavera-Estate 2013Riccardo Tisci ha presentato una passerella clericale, combinando l’abito talare dei tempi andati con il più moderno abbigliamento attuale. Accompagnati dalla musica di un organo da chiesa, abbiamo osservato collarini da prete abbinati a moderni tessuti sexy come il nylon e la pelle, abbondanti t-shirt trasparenti con impresse stampe della Madonna, e camicie e cappotti allungati come fossero sopravvesti religiose. L’aria misteriosa che si respirava conferiva allo show un sentimento di culto piuttosto che uno da “Il Signore è il mio Salvatore”, che Tisci ha poi provato a trasmettere nel “Culto della Comunione”. C’era un virtuosismo piuttosto underground nella collezione: sembrava più religione con un interesse per la moda che un’ode alla religione.

Jemma De Blanche

Scritto da Jemma De Blanche

Jemma De Blanche is a fashion and lifestyle journalist with a background in marketing and copy-writing, is in awe of all things creative and loves getting lost in a good book, a beautiful picture or the creativity of new collection. Jemma handles the Fashion in Film pages and the Men's catwalk reviews.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>