Prada

Primavera-estate 2013È più che evidente che sport e tempo libero sono all’ordine del giorno sulla passerella Uomo di Prada. Ho detto Moda Uomo, ma in realtà non era poi così chiaro a quale sesso la collezione fosse indirizzata, dato che c’erano sia uomini che donne ad abbellire la rigida passerella; ma la forte collocazione sessualmente neutra dei capi non è stata affatto motivo di rottura. “Il confine è una dichiarazione senza tempo, dall’antica Grecia in poi”, ha ammesso Muccia, muovendosi verso l’ovvia ispirazione infusa dai giochi olimpici; e l’utilizzo di rosso, bianco e blu ci rimandano ulteriormente al tema in oggetto. Le silhouette e i blocchi di colore ai bordi rimandavano allo stile Art Deco della fine degli anni Sessanta, con le caratteristiche linee dritte e gli eleganti drappeggi. Combinando il tutto con fasce per la testa sportive e in eco-pelle, è stato impossibile per Prada ignorare il decennio in corso così come lo è ignorare il futuro. Ai posteri, una tela bianca da sovrascrivere. 

Jemma De Blanche

Scritto da Jemma De Blanche

Jemma De Blanche is a fashion and lifestyle journalist with a background in marketing and copy-writing, is in awe of all things creative and loves getting lost in a good book, a beautiful picture or the creativity of new collection. Jemma handles the Fashion in Film pages and the Men's catwalk reviews.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>