Givenchy

Primavera-Estate 2012 -Illuminista , unico, progressista, innovatore e moderno; questo linguaggio può essere usato così spesso per Givenchy. È stato spesso così, e questa volta non è diverso. L’utilizzo di un campo da basket e di un pallone da basket aveva la più piccola rilevanza nella collezione, ma ha fatto il suo lavoro; gli ha dato l’elemento concettuale che è stato utile per tutto il corso della presentazione. I “cerchi” intorno ai rumori dei modelli e le poche stelle sbiadite erano forse gli unici accenni di qualcosa lungo le linee dello sport. Ma, a chi importava. Gli abiti erano incredibilmente drammatici, il ricco bronzo e il nero avevano l’intento del Gothic-touch di cui Riccardo è così stimabile. Un pizzico di sensibilità e un tocco di fascino animalesco creavano un elemento art-deco con perline cucite a mano e tulle leggerissimo contro pesante pelle di coccodrillo, catene e borchie. La palette di nero, marrone cioccolato e bianco era semplice e funzionava al meglio per un abbigliamento sensazionale da corte.

Zoe Garton

Scritto da Zoe Garton

Zoe Garton was one of the first contributors to the Catwalk Yourself project. She has a fervour for fashion and graduated with a BA (Hons) in History at University College London. Zoe is responsible for our Ready-to-Wear and Haute Couture sections.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>