Sabrina (1954)

Fashion in Films 1950s Audrey Hepburn Sabrina

Copyright © 1954 Paramount Pictures

Questo fu il film con il quale fu scoperta Audrey Hepburn come musa di Hubert de Givenchy. fu mandata a Parigi per incontrare uno stilista che avrebbe disegnato un abito per la nuova ragazza glamour che lascia Parigi da giovane maschiaccio e ritorna come una donna elegante. Inutile dire che dopo aver colpito Givenchy con la sua figura maschile e il suo charm nonchalant, ritornò a Hollywood con molti abiti ‘ molto parigini’.  “Lei voleva un vestito da sera con spalle nude modificato per nascondere gli incavi dietro la sua clavicola”. “Quello che inventai per lei divenne uno stile così popolare che lo chiamai ‘ decolleté Sabrina.’”  Edith, costumista del film, non fu felice che un altro stilista era coinvolto e quando il film fu nominato per l’Oscar come miglior costumi e vinse, lo accettò come suo. In questo film, Givenchy mostrò la figura magra della Hepburn in modo più raffinato e le tolse quell’aria mascolina nascondendo abiti con cui lei era normalmente abituata con abiti A-line, pantaloncini e giacche aderenti.

 

Jemma De Blanche

Scritto da Jemma De Blanche

Jemma De Blanche is a fashion and lifestyle journalist with a background in marketing and copy-writing, is in awe of all things creative and loves getting lost in a good book, a beautiful picture or the creativity of new collection. Jemma handles the Fashion in Film pages and the Men's catwalk reviews.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>