Mary Quant

Nata a Londra, Inghilterra, 1934

Mary Quant ha studiato Art Education al Goldsmith’s College a Londra dove ha incontrato il suo future socio in affari e marito, Alexander Plunket Green. Dopo la laurea la Quant è diventata apprendista da un modista e ha iniziato a disegnare i suoi abiti personali.

Identificandosi con i giovani che non riuscivano a trovare abiti casual di poche pretese, Quant ha preso ispirazione da Chelsea Beatniks e dalle memorie degli outfit di danza dall’infanzia. Ha iniziato a sviluppare il suo stile individuale. Forme semplici e colori forti sono stati il suo nuovo motivo, catturando lo spirito della rivoluzione anni sessanta.

Quant ha aperto la sua prima boutique’ BAZAAR’ a Kings Road a Londra nel 1955. Prendendo ispirazione da Andrè Courrèges, ha aiutato a popolarizzare e commercializzare la sensazione mini-sketch del successivo decennio. Concentrandosi sulla generazione più giovane, Quant ha ideato vetrine che catturano l’attenzione per i suoi semplici modelli, attraendo una larga gamma di consumatori.

Con il successo della sua prima boutique, Quant ha aperto un secondo negozio a Knightsbridge. Nel 1962 ha conquistato con successo il target americano. Ciò ha portato la Quant ad essere inondata con richieste per modelli dalla Gran Bretagna, l’Europa e gli Stati Uniti.

Quant ha aggiunto una linea di cosmetici per il suo impero crescente nel 1966. Lo stesso anno ha ricevuto l’Ordine dell’Impero Britannico per i suoi successi nell’industria della moda.

All’inizio degli anni settanata Quant si è buttata nel campo dell’interior e del design tessile. Tre anni dopo è stata tenuta una mostra in suo onore al London Museum, “Mary Quant’s London”.

Continuamente riconosciuta e premiata, la sua popolarità ha continuato a crescere e nel 1975 la BBC ha trasmesso un documentario di un’ora intitolato ‘La vita di Mary Quant’. Lo stesso anno è stato lanciato ‘Mary Quant at Home’ a New York, una grande collezione di interior design.

La Quant ha condiviso il suo stile unico di makeup nel 1986 con un libro “Qaunt on Makeup”. Il libro è stato un grande successo. Tre anni dopo un video sul makeup è stato rilasciato intitolato “Mary Quant’s Style File”.

Nel 1990 la Quant è stata premiata per il suo contributo all’industria della moda britannica dal British Fashion Council. Sono stati pubblicati altri libri sul makeup nel 1996, “lipstick 101 Colours” e “Classic Makeup and Beauty Book”.

Gli abiti giovanili di Mary Quant rappresentano la generazione nata dopo la seconda guerra mondiale. Con i suoi abiti istantaneamente riconoscibili dal logo e dall’acconciatura Vidal Sassoon, Mary Quant ha aiutato a cambiare le convenzioni repressive dell’abbigliamento british.

Saxony Dudbridge

Scritto da Saxony Dudbridge

Saxony Dudbridge was one of the first contributors to the Catwalk Yourself project, Saxony studies International Fashion Marketing and she is responsible for our great History and Designers Biographies sections.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>