Marella Agnelli

Discendente di una famiglia della nobiltà italiana, non c’è dubbio che Marella Agnelli fu dotata di tutti i tratti tipici di una principessa. Accolta come una delle donne più eleganti del mondo dallo stesso Valentino, non sorprende che ancora oggi Marella Agnelli conservi sofisticatezza ed influenza. Conosciuta come una delle icone di stile degli anni Sessanta, e moglie del presidente Fiat Gianni Agnelli, era anche nota per il suo interesse per l’arte italiana, nonché come esponente dell’alta società.

Nata Principessa Marella Caracciolo di Castagneto nel 1927 a Firenze, ebbe, fin dall’infanzia, una vita privilegiata. Studiò a Parigi per poi trasferirsi a New York come assistente di Erwin Blumenthal, collaborando inoltre alla rivista Vogue. Negli anni Settanta creò un tessuto a righe per Abraham-Zumstegfor che le fruttò un prestigioso premio nel 1977.

Allo stesso tempo Marella si dedicò al giardinaggio divenendo un’esperta: ha infatti pubblicato numerosi libri sul tema, contenenti numerose foto da lei scattate in giardini italiani. La Agnelli fu anche tra le poche frequentatrici di salotti mondani ad essere ammessa alla ristretta cerchia dei “cigni”: gli amici dello scrittore Truman Capote. Insieme a lei anche Slim Keith e C.Z. Guest. Marella fu ritratta anche su Vogue e venne menzionata dalla International Best Dressed List Hall of Fame nel 1963.

Sabina Rouse

Scritto da Sabina Rouse

Sabina Rouse, current English Literature student at the University of Reading in her second year. She enjoys writing for the Fashion and Beauty sections of the University Newspaper Spark* in addition to contributing to the online magazine Lust and Found. Sabina writes for the Biographies section of Catwalk Yourself.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>