Jean Paul Gaultier

Nato a Arcueil, Francia , 1952

Designer Biography Jean Paul Gaultier

Credits & copyrights: Roberto Alamo

La carriera di Jean Paul Gaultier è iniziata il giorno del suo diciottesimo compleanno, quando è stato assunto come disegnatore oer Pierre Cardin nel 1970. Senza una formazione formale, Gaultier ha continuato ad accrescere le sue capacità, unendosi a  Jacques Esterel per un breve periodo nel 1971. Quello stesso anno Gaultier ha fatto parte di  Jean Patou, dove è rimasto per due anni come assistente di Michael Goma e poi di Angelo Tarlazzi.

Nel 1974 Gaultier è tornato a Pierre Cardin, questa volta lavorando a Manila dove ha iniziato a creare collezioni destinate per l’America.

All’inizio del 1976 Gaultier ha iniziato una collaborazione con il signor Francis Menuge. Insieme Gaultier e il suo socio in affari hanno realizzato la prima collezione di gioielli elettronica.

Con la sua esperienza e le sue capacità affinate, Gaultier ha creato la sua prima collezione con il proprio nome nel 1976. Due anni dopo, nel 1978, Gaultier ha presentato la sua prima collezione con nuovi partner. Questo ha segnato l’inizio di presentazioni semestrali delle sue collezioni femminili.

Gaultier ha colpito nel corso degli anni Ottanta con redattori di moda tra cui Melka Treanton di Elle e Claude Brouet e Catherine Lardeur del francese Marie Claire colpito dalla sua creatività e dalla precisa sartorialità.

Nel 1984 Gaultier ha prodotto la sua prima collezione maschile “Man As Object”, con spalle scollate. La seguente collezione primavera / estate 1985 “e Dio creò l’uomo”, Gaultier ha disegnato la gonna per gli uomini. Questo fu seguito dalla collezione autunno / inverno 85/86 “Pretty Mister, dove Gaultier ha creato il vestito per gli uomini.

Nel 1988 Gaultier ha disegnato la sua prima collezione di “JUNIOR Gaultier”, una linea per bambini.

Nel 1989 Gaultier ha pubblicato un disco, “How To Do That”, in collaborazione con Tony Mansfield. L’anno successivo Gaultier ha disegnato i costumi per il  “World Blond Ambition Tour 90″ di Madonna. Gaultier ha vestito Madonna in corsetteria satin, bondage nero e il famoso reggiseno a punta.

La collezione Gaultier autunno / inverno 91/92 è stata mostrata all’estero per la prima volta in Italia per il Pitti Uomo.

Nell’estate dello stesso anno, Gaultier ha lanciato la collezione “Gaultier Jean”. Questo è stato seguito a breve da una retrospettiva delle collezioni Gaultier presentata a Los Angeles per la ricerca Amfar sull’AIDS.

Nel 1993 Gaultier ha lanciato il suo primo profumo, “Jean-Paul Gaultier” per donne. Questo stesso anno Gaultier è comparso in “Eurotrash”, un programma tabloid settimanale trasmesso su Canale 5 nel Regno Unito, che ha visto Gaultier apparire in un kilt e un sorriso enorme.

In 1988 Gaultier launched his first fur collection “Jean Paul Gaultier Fourrures”.

Nel 1994 Gaultier ha lanciato una nuova linea “JPG”. La collezione unisex caratterizzato da una tendenza sportswear con i punti di prezzi più bassi. La nuova linea ha sostituito la linea Junior Gaultier.

Gaultier è comparso ancora una volta in una retrospettiva delle sue collezioni nel 1995, questa volta in Austria a favore della ricerca Aids. L’anno ha visto anche Gaultier lanciare la sua prima fragranza maschile “Le Male”.

Nel 1997 Gaultier ha lanciato la sua prima collezione Haute Couture “atmosfera di un Salon Couture” per la primavera / estate 97. Quello stesso anno Gaultier ha disegnato i costumi per il film di Luc Besson “Il quinto elemento”.

Nel 1988 Gaultier ha lanciato la sua prima collezione di pellicce “Jean Paul Gaultier Fourrures”.

Nel 1999 Gaultier ha firmato un accordo di partnership con Hermes International. L’anno ha visto anche il lancio del suo secondo profumo per donne, “Fragile” e ha visto Gaultier come primo designer francese ad andare online.

Nel 2001 Gaultier è stato nominato Cavaliere della Legion d’Onore. L’anno successivo è stato inaugurato a New York la prima boutique Gaultier negli Stati Uniti.

Nel 2003 Gaultier è stato nominato designer per la collezione femminile prêt-à-porter Hermès. L’anno ha visto anche una mostra al Victoria and Albert Museum di Londra con le collezioni di Gaultier.

Nello stesso anno Gaultier ha lanciato una linea di bellezza maschile “Tout Beau Tout Propre”.

Il 2004 ha visto  la Fondation Cartier Contemporary Art omaggiare Gaultier con una mostra  “Pain Couture”, e un documentario sul Gaultier creato dal regista francese Tonnie Marshall.

Gaultier ha vinto il Best internazionale Designer Award del Consiglio of Fashion Designers of America nel 2004. L’anno seguente Gaultier ha lanciato un nuovo profumo “unisex”.

Nel 2010 Gaultier ha collaborato con La Perla per creare una collezione di lingerie. Quell’anno Gaultier è stato onorato dalla AMFAR per il suo successo.

Gaultier è stato premiato anche nel 2011, ricevendo un Globe de Cristal come miglior stilista.

Dopo aver utilizzato i modelli non convenzionali, Jean Paul Gaultier ha ripetutamente colpito il pubblico. Con le sue collezioni che colpiscono sempre i confini della androginia, Gaultier continua a mescolare i sessi, giocando con i ruoli di genere tradizionali. Opponendo i suoi stili, maschile e femminile, sartoriale e sport casual, tradizione e modernità, Gaultier una volta ha affermato di non aver mai voluto scioccare. Un maestro contemporaneo, Jean Paul Gaultier è un re della couture parigina

 

Saxony Dudbridge

Scritto da Saxony Dudbridge

Saxony Dudbridge was one of the first contributors to the Catwalk Yourself project, Saxony studies International Fashion Marketing and she is responsible for our great History and Designers Biographies sections.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>