Babe Paley

Barbara Cushing Mortimer Paley, meglio nota come “Babe”, nacque a Boston il 5 luglio 1915. Nonostante i matrimoni prestigiosi di tutte le sorelle Cushing e la loro popolarità nei circoli dell’epoca, Babe fu l’unica a lasciare il segno come icona di stile.

Dopo aver fatto il suo debutto in società, nel periodo seguente alla Grande Depressione, Babe venne ritratta spesso nelle pagine di cronache mondane, accanto ad altri nomi di famiglie benestanti del New England.

La Paley lavorò come redattrice di moda a Vogue e sposò l’erede di una compagnia petrolifera, Stanley Grafton Mortimer Jr, nel 1940. Nel 1941, il Time assegnò a Babe il premio di seconda donna più elegante del mondo, dietro a Wallis Simpson, e nel ’45 venne inserita nella lista delle donne più eleganti.

Il suo matrimonio con Mortimer Jr. si concluse nel 1946 e nello stesso anno conobbe William S. Paley, il fondatore della CBS. Nonostante Paley, desiderasse entrare nell’alta società newyorchese, e certamente avesse i soldi per poterlo fare, ne rimase sempre escluso. Babe aveva molti contatti e tutti la adoravano: questo, insieme alla ricchezza di Paley, fece in modo che i due si trovassero subito e si sposassero nel 1947. Insieme ebbero uno stile di vita idilliaco, trascorrendo i giorni della settimana nell’appartamento al St. Regis, progettato da Billy Baldwin, e i loro weekend a Kiluna Farm a Long Island. La redattrice di Vogue si creò anche un’elitaria cerchia di amici, incluso Truman Capote che onorò Babe con l’appellativo di “cigno”, termine che indicava l’ammissione all’inarrivabile cenacolo dello scrittore. Babe si circondò inoltre di membri dell’alta società oltre che di donne alla moda ed eleganti. Capote una volta ebbe a dire: “Babe Paley aveva solo un difetto: era perfetta. Altrimenti sarebbe stata perfetta”. Si diceva che lo scrittore fosse uno dei suoi confidenti, fino a che la loro amicizia finì dopo che Babe lesse uno stralcio di “Preghiere esaudite” che metteva in piazza il gossip dell’alta società newyorchese.

Vogue una volta commentò che Babe aveva “un particolare talento nel portare i vestiti”. Aveva accesso ai vestiti di stilisti e spesso riceveva dei regali in cambio della sua posizione rinomata. Era nota per comprare intere collezioni di haute couture dalle maison di moda come Givenchy, nonostante spesso abbinasse vestiti costosi e gioielli eleganti a pezzi economici. Oscar de la Renta ricordando il suo stile disse: “qualsiasi cosa indossasse, la portava in modo che non si poteva dimenticare”. Venne menzionata per quattordici volte nella lista delle donne più eleganti prima di essere inserita nella Hall of Fame nel 1958. Ciò che più la caratterizzava era la sua pelle d’alabastro e le focose labbra rosse. In età avanzata decise di lasciarsi crescere i capelli grigi piuttosto che tingerli, una scelta che venne poi imitata da altre donne americane. In definitiva, il suo stile venne giudicato elegante, “facile”, ispiratore e definito. Preferiva i twin set, gonne moderate, sciarpe di seta e perle: tutti pezzi necessari per un’aspirante socialite.

coreAdmin

Scritto da Lola McQuenzie

Lola is one of our most busy writer, She worked for Catwalk Yourself since 2007 and still producing her 2-3 artiles per week. Lola graduaded at Central St Martins and started working wth us soon after


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>