Azzedine Alaia

Nato a Tunisi, Tunisia, 1940

Figlio di un coltivatore di grano, Azzedine Alaia iniziò il suo amore per la moda e l’alta sartoria grazie alla sua sorella gemella alla moda e glamorous. Si faceva prestare Vogue da un amico di famiglia francese e il suo interesse e la sua creatività crebbero, e lo indirizzarono nella Ecole des Beaux-Arts a Tunisi. Mentendo sulla sua età, Alaia studiò scultura, apprendendo una considerevole conoscenza e prospettiva della forma umana e della silhouette.

Dopo aver lavorato come assistente sarto, a 18 anni Alaia viaggiò a Parigi e si assicurò una serie di lavori tra cui cinque giorni da Christian Diro, due stagioni a Guy Laroche e continuò a lavorare per Thierry Mugler. Per anni Azzedine Alaia è stato conosciuto come uno dei migliori segreti tenuti a Parigi, il suo numero segretamente passava tra l’elite della città.

Dai primi anni ottanta, Alaia è stato incoraggiato da Mugler a lanciare la sua personale collezione. commissionata da Charles Jourdon la sua collezione è stata lanciata e nel 1981 è stato nominato il ‘King of Kling’. Con la sua reinvenzione della consapevolezza del corpo quando tutti gli altri si concentravano sui volant, lui usava texture pieghevoli. Quando Andree Putman indossò un cappotto di pelle di Alaia, un compratore Bergdorf Goodman la fermò in strada per chiederle da dove veniva. Questo fece in modo che i suoi modelli venissero venduti a New York e a Beverly Hills. Votato come miglior stilista dell’anno e miglior collezione dell’anno nel 1984 agli Oscar della Moda, è stato portato sul palco memorabilmente da Grace Jones. È stato supportato da Melka Treanton dei Depeche Mode e Nicole Crassar di Elle Francia nei loro editoriali, aiutando la scalata della sua carriera.

Dopo la morte di sua sorella nella metà degli anni novanta, Alaia è quasi sparito dalla moda, lavorando solo per un piccolo numero di clienti privati e vedendo successo commerciale nelle sue linee pret-à-porter. Nel 2007 ha firmato un accordo con il gruppo Prada che ha visto un suo ritorno impressionante. Nel luglio 2007 ha ricomprato la sua casa di moda e il suo marchio dal gruppo Prada, eccetto il controllo della divisione calzature e beni di pelle.

Strumentale nella promozione delle supermodelle, Alaia ha incontrato e ha assunto una sedicenne Naomi Campbelli nel suo primo giorno come Modella a Parigi.  Non conformandosi con le tabelle di tempo convenzionali della stagione, le sue collezioni sono presentate sempre quando lui pensa siano pronte. Ha vestito Tina Turner, Grace Kelly, Paloma Picasso, Greta Garbo e Madonna, Azzedine Alaia ha la sua estetica, preferendo concentrarsi sull’abbigliamento attuale, non sull’ultimo prodotto ‘it’.

Saxony Dudbridge

Scritto da Saxony Dudbridge

Saxony Dudbridge was one of the first contributors to the Catwalk Yourself project, Saxony studies International Fashion Marketing and she is responsible for our great History and Designers Biographies sections.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>