Il diavolo veste Prada (2006)

Fashion in Films 2000s The Devil Wears Prada

Copyright © 2006 Twentieth Century Fox

Il film ha avuto meno influenza sulla moda di quanto la moda abbia influenzato il film. Basato su un libro che descrive il lavoro all’interno di una rivista di alta moda, questo film, la cui costumista è Patricia Field, famosa per il suo lavoro per ‘Sex and the city’, è intriso di una pletora di stile e cosmopolitismo ha l’intenzione di mostrare al pubblico l’importanza della moda, e mentre fu criticato per la sua superficialità per questa esatta ragione, non è discutibile che in realtà, aveva ragione. Il lungo monologo di Miranda Priestley che spiega alla sua inetta assistente Andy che “ questo mucchio di…roba” è la ragione per cui tutti indossano quello che indossano oggi, “ che innumerevoli lavori e milioni di dollari” nell’industria della moda si diffondono su larga scala e influenzano le grandi firme in modo che non puoi sfuggire dalla moda e non importa quanto ci provi. Nigel, il direttore creativo della rivista dove Andy lavora, rinforza questo punto quando spiega a Andy che la moda non è solo una mania che la gente segue, ma arte , e “ più grande dell’arte perchè ci vivi dentro la tua vita”. Per coloro di noi che lo sapevamo già, ce lo rivela in “arte”.

 

Jemma De Blanche

Scritto da Jemma De Blanche

Jemma De Blanche is a fashion and lifestyle journalist with a background in marketing and copy-writing, is in awe of all things creative and loves getting lost in a good book, a beautiful picture or the creativity of new collection. Jemma handles the Fashion in Film pages and the Men's catwalk reviews.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>