Steve McQueen

Copyrights & credits: AFP / United Artists / The Kobal Collection – Steve McQueen

Conosciuto come “The King of Cool”, per le sue fossette e lo sguardo affascinante, Steve McQueen è stato uno dei più importanti attori maschili degli anni 50 e 60, personificando la figura del maschio forte e silenzioso. Il suo stile da ragazzo americano, unico nel suo genere, lo portarono alla ribalta nel mondo della moda. Questa caratteristica, unita al suo look aspro e mascolino, lo resero, infatti, non solo una delle più celebri star della tv e del cinema, ma anche una delle più rilevanti icone di stile che si ricordino degli anni 50.

Nato Terence Steven McQueen in Indiana, nel 1930, ebbe un’infanzia burrascosa e appena diciassettenne si arruolò in Marina. All’inizio dovette fronteggiare numerose difficoltà, ma quando nel 1950 ne uscì, questa esperienza gli aveva permesso di imparare la disciplina propria della Marina e si risolse nel perfezionamento del suo carattere.

Il ruolo con cui per primo emerse McQueen fu in televisione, nella serie “Tales of Wells Fargo”, ma il suo reale punto di svolta fu con “Sacro e profano”.

McQueen è ricordato specialmente per i suoi ruoli celebri in “La grande fuga”, “I magnifici sette”, “Bullit” e “Getaway!”.

Essendo un fan di auto e motociclette, era normale vederlo in abiti sportivi, spesso anche lontano dalle gare. Diede però a questo abbigliamento il proprio stile, combinando gli abiti sportivi con maglioni da aviatore con scollo a V – capo che divenne un simbolo del suo stile -, abiti attillati e polo. Anche mentre gareggiava sembrava recitare uno dei suoi ruoli; vestito con double denim, stivali da biker e giubbini di pelle, diede alle corse un’immagine da cattivo ragazzo.

Tuttavia, quando non gareggiava, la sua immagine rappresentava il massimo della sofisticatezza. Non fu un caso il fatto che gli spettò l’onore di vedere il proprio cognome precedere quello della Rolex per un orologio che divenne noto come McQueen Rolex. Ancora, McQueen fu un rappresentante degli orologi Heuer, e il responsabile del grande successo del modello Monaco 1133B Caliber 11 Automatic, orologio che lui promosse in uno dei suoi film. Tuttavia, oltre a questa sua passione per gli orologi, McQueen fu specialmente noto per il suo amore per gli occhiali da sole Persol. Gli occhiali con lenti blu fumé divennero una firma dello stile di McQueen, e quelli indossati nel film “Il caso Thomas Crown” vennero venduti all’asta a Los Angeles per una cifra superiore a 70.000 dollari, nel 2006.

Sabina Rouse

Scritto da Sabina Rouse

Sabina Rouse, current English Literature student at the University of Reading in her second year. She enjoys writing for the Fashion and Beauty sections of the University Newspaper Spark* in addition to contributing to the online magazine Lust and Found. Sabina writes for the Biographies section of Catwalk Yourself.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>